Google Maps, una delle app-navigatore più utilizzate, ha reso visibili anche le ciclabili sulla piattaforma.

La novità di Google Maps bike friendly è positiva per i tanti pendolari e ciclisti che utilizzano la bicicletta tutti i giorni, muovendosi da un punto all’altro della città. Prima di questa nuova funzione, il rischio per gli utenti che sceglievano l’app come navigatore era quello di farsi indirizzare verso strade pericolose e troppo trafficate. Lo strumento della multinazionale di Mountain View si è finalmente adeguato all’esigenze della mobilità ciclistica urbana. E senz’altro sarà apprezzato anche dai tantissimi cicloturisti che – speriamo presto – torneranno a popolare i nostri territori e le nostre città.

Quando si inserisce la destinazione su Google Maps basta selezionare l’icona della bicicletta (che si va ad aggiungere a quelle di “auto”, “mezzi pubblici” e “a piedi”) prima di avviare la navigazione. A questo punto non resta che utilizzarla quando bisogna pedalare verso mete non proprio conosciute. La notizia di Google è arrivata al termine di un anno fondamentale per la transizione verso mezzi di trasporto meno inquinanti. La pandemia ha colpito duramente il trasporto pubblico e la bicicletta rappresenta l’unica alternativa al mezzo privato. Secondo il vicepresidente della Commissione Europea, Frans Timmermansla bici è una delle soluzioni per la rinascita europea. Nel frattempo FIAB è tornata sull’urgenza di investire sul bike to school, soprattutto in ottica di salute, attraverso la campagna realizzata insieme alla Società italiana di pediatria.