Bici+treno: rinnovata la Convenzione tra Fiab e Trenitalia per gli sconti alle comitive

Trenitalia ha fra i suoi obiettivi il sostegno del cicloturismo e dell’intermodalità bici+treno. Lo dimostra la nuova convenzione firmata con la Federazione Italiana Amici della Bicicletta, che conferma le agevolazioni di quella precedente, offrendo sconti per i partecipanti ai viaggi in treno organizzati dalla Fiab. Gli sconti, proprio per venire incontro alle esigenze di tutti i viaggiatori in sella, non riguardano soltanto i soci.

Lo sconto del 10% si applica a tutte le comitive dalle 3 alle 9 persone (tutte con bici a seguito) di cui almeno una in possesso della tessera Fiab. Per i gruppi dai 10 componenti in su, anche senza bici a seguito, viene riservato invece il 15% di sconto sul biglietto. L’associazione Fiab deve presentare alla biglietteria una richiesta su propria carta intestata, con i nominativi di tutti i viaggiatori. Come spiegato nella nuova convenzione, questi sconti non sono validi per i treni Trenord, per la tariffa 1 ter per Fiumicino Aeroporto e per la tariffa integrata della Provincia Autonoma di Bolzano. Gli sconti non si applicano alla biciclette al seguito, ma in varie Regioni, grazie alla collaborazione con Fiab, le bici viaggiano gratis o a tariffe agevolate.

«L’accordo con Trenitalia riguarda soltanto le comitive – spiega il Consigliere Nazionale Fiab con delega all’intermodalità, Massimo Gaspardo Moro – tuttavia per il futuro, puntiamo a un’agevolazione anche per i singoli viaggiatori che scelgono la soluzione bici+treno». Da anni la Federazione lavora anche per ottenere servizi più uniformi sul territorio, senza differenze di trattamento per i cicloturisti tra Regione e Regione. «La collaborazione con il Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane è un aspetto fondamentale, che continuiamo a coltivare – prosegue Gaspardo Moro – perché il treno è un supporto importantissimo per la mobilità ciclistica e per il sistema delle ciclovie turistiche».

La Convenzione che incentiva gli spostamenti bici+treno, soprattutto per l’ambito cicloturistico, si aggiunge a un’altra novità per i soci Fiab, che dal 2019 avranno compresa nella assicurazione Rc della tessera anche la copertura per danni provocati ai mezzi pubblici dovuti all’uso della bicicletta.

Nessun commento ancora

Lascia un commento